L'energia non si rifiuta: esperimenti e videogiochi




In questa presentazione si parla di smaltimento dei rifiuti e di raccolta differenziata, per insegnare ai giovani a non inquinare e a sfruttare i rifiuti per creare energia.
Esperimenti trattati:
 analisi di acque inquinate, riciclaggio dei materiali, esperimento dimostrativo dei biogas
(o meglio di impianti a biogas costruiti in funzione di discariche) e dei "termovalorizzatori" o inceneritori, per produrre energia dalla combustione dei rifiuti non riciclabili. Infatti l'uso degli inceneritori e del biogas, e si ricorda che quest'ultimo si ricava utilizzando anche altri tipi di combustibile non ricavato dai rifiiuti, sono fortemente osteggiati soprattutto da chi crede in politiche di "rifiuti zero" e da chi li ritiene una "eco-truffa".
Bisognerebbe parlare più approfonditamente delle distinzioni tra definizioni "legali" e quelle del linguaggio comune dei termini inceneritori, termovalorizzatori e biomasse, nonché quella stessa di rifiuto, che si rimandano ad altre sedi.
Per adesso ci si accontenta di fornire alcuni esempi che fissino delle linee guida utili a capire principi generali dei vari fenomeni, oltre che fornire stimoli divertenti, anche per i più grandi, verso il mondo della scienza: per esempio le biomasse e il biogas vengono prodotti anche da scarti dell'agricoltura o da piante cresciute appositamente con questo intento... E proprio questo rappresenta un punto critico per le biomasse: quante risorse, e fertilizzanti inquinanti, vengono usate per questo tipo di colture? Un esempio "virtuale" di quanto appena detto è il simulatore videoludico "Farming Simulator 2013", nel video qui sotto un tutorial in cui si parla dell' "innovazione" introdotta nelle ultime edizioni, ossia l'impianto a biogas.


E ancora: se si vuole andare oltre il semplice esperimento dimostrativo dell'energia ricavata da discariche e dalla combustione dei rifiuti mostrato nella presentazione, si può provare costruendo un modello in miniatura di un impianto a biogas seguendo le istruzioni (in inglese) che trovate nel pdf di seguito, realizzato dalla Green Learning Canada




Infine un semplice gioco online: imparate a separare i rifiuti nei videogame, ma nella realtà ricordate di seguire le istruzioni particolari del vostro Comune di residenza, perché le regole per il riciclaggio variano anche in base al tipo di impianti a disposizione e alle decisioni degli amministratori.



Nessun commento:

Posta un commento

AGGIUNGI UN COMMENTO