LA PRODUZIONE DI ANIDRIDE CARBONICA E L'ATTIVITA’ TEATRALE SCIENTIFICA

I "RAGAZZI DELL’ECO-CLUB" DESCRIVONO L’ESPERIMENTO DELLA  PRODUZIONE DELL’ANIDRIDE CARBONICA PER EVIDENZIARE I DANNI PROVOCATI DA QUESTO GAS IMMESSO NELL’ATMOSFERA DA AMBIENTI INQUINATI: un esperimento reale e una finzione scenica che possono essere utilizzati come un copione per una recita scolastica e anche in un laboratorio scientifico...


Attrezzature adoperate
Reagenti: aceto, bicarbonato di sodio. Palloncino, provettone.


Esecuzione dell’esperimento
Si versa il bicarbonato nel palloncino,

Si versa l’aceto nel provettone

Si infila nell’estremità del provettone il palloncino rosso che immediatamente si gonfia perché pieno di anidride carbonica ottenuta dalla reazione chimica dei due reagenti.

Osservazione finale:
Il palloncino può funzionare da estintore. Infatti, se si accende una candela, questa si spegne dopo aver fatto fuoriuscire su di essa l’anidride carbonica ottenuta dal precedente esperimento.

 I ragazzi divisi in cinque  gruppi indossano sopra delle magliette dello stesso colore, a seconda del composto, due cartoncini legati tra loro da nastri, in modo che uno scenda sulle spalle e l’altro sul torace.
Nella descrizione dell’esperimento i piccoli attori, avanzano per gruppi, mostrando prima il reagente scritto in sillabe sul cartoncino anteriore, e poi la formula chimica, scritta sul cartoncino posteriore e visibile quando voltano le spalle.
In definitiva ogni gruppo è nello stesso tempo, un reagente  della reazione chimica nella posizione anteriore con faccia al pubblico e un composto del prodotto ottenuto nel lato posteriore con le spalle rivolte al pubblico

Nella descrizione dell’esperimento della reazione chimica, si procede così:
 entra prima il gruppo dell’acido acetico con formula chimica CH3COOH,
poi il secondo gruppo del bicarbonato con formula chimica NaHCO3.
Questi due reagenti producono l’ acetato di sodio con formula chimica CH3COONa (terzo gruppo),
 acqua con formula chimica H20 (quarto gruppo)
 anidride carbonica con formula chimica CO2 (quinto gruppo).
Inizialmente i ragazzi avanzano al microfono uno alla volta, poi quando uno di loro  descrive la reazione chimica ottenuta i ragazzi dei gruppi sfilano prima rivolgendo la faccia e poi le spalle al pubblico, per mostrare prima il nome del reagente e poi la relativa formula chimica al pubblico.

FEDERICA: Siamo i ragazzi dell’Eco-club qui riuniti per dare a tutti voi tanti messaggi utili alla salvaguardia del nostro pianeta. L’esperimento che state osservando ci consente di produrre ( urlando) l”ANIDRIDE CARBONICA”.

MARIO: La formula chimica della molecola di questo gas è CO2, è l’unione di un atomo di carbonio e due di ossigeno

MARCO: Questo gas è presente naturalmente nell’aria

LUCA: Tutti gi esseri viventi, noi compresi, emettono l’anidride carbonica nell’aria

ALBERTO:  è un gas pesante

LIVIO: è negli strati più bassi dell’atmosfera e in grandi quantità è inquinante

FRANCESCO: è responsabile dell’effetto serra

MARIA: in tal modo il pianeta si surriscalda

MANUELA: il clima subisce così brusche variazioni

LUCIA: i ghiacciai si sciolgono

MARTA: le malattie aumentano e…. poveri noi

ELDA: come possiamo risolvere il problema? Ecco le nostre regole d’oro.

ELENA: per muoverci in città usiamo i mezzi pubblici

FRANCESCA: evitiamo di usare inutilmente l’energia elettrica, lasciando luci ed elettrodomestici accesi

NELLA: nelle case e nelle auto la temperatura del riscaldamento deve essere tenuta bassa




LUCIO: per percorsi brevi, inferiori a tre chilometri, andiamo a piedi o in bici: il moto fa bene alla salute

MARIO: osserviamo le norme di un’accurata raccolta differenziata dei rifiuti

GUIDO: i rifiuti di sostanze organiche, lasciati un pò dovunque, inquinano l’ambiente con l’emissione di gas tossici tra cui l’anidride carbonica

UGO: forza ragazzi siamo tutti uniti per mantenere pulito l’ambiente in cui viviamo 
  
                 DESCRIZIONE DELL’ESPERIMENTO

CLAUDIO: per questo esperimento occorre: una bottiglia, un palloncino, aceto, bicarbonato e imbuto. Si procede così:
Versare 50 grammi di bicarbonato nel palloncino. Versare nella bottiglia 200 ml di aceto e inserire il pallone sul collo della bottiglia. Osserviamo una reazione chimica che produce il fenomeno dell’effervescenza, causata dall’unione di acido acetico e bicarbonato.
 Dopo la reazione si otterranno: acetato di sodio, acqua, anidride carbonica, che si espande nel palloncino gonfiandolo.

 Occorrono quattro elementi presenti in natura per svolgere questo esperimento:
il carbonio, l’ossigeno, l’idrogeno, il sodio.

( Velocemente i ragazzi indosseranno il cartoncino anteriore con la scritta il simbolo dell’elemento che spiegheranno)

LUCA: sono C il carbonio presente in tutti gli essere viventi e non, nei cibi, combustibili, colori, tessuti, sostanze plastiche e nei diamanti.

CLAUDIO: sono O l’ossigeno l’elemento più abbondante sulla terra: mi trovo nell’aria, nell’acqua e nelle rocce. Senza di me il fuoco si spegne




MARIA: sono H l’idrogeno, il primo elemento del big-bang. Insapore, incolore, inodore e non tossico. Sono il più semplice degli elementi ho un solo protone e un solo elettrone. Conferisco agli acidi le loro proprietà. Insieme a un mio amico produco nel sole e nelle stelle energia e atomi di elio.


GIULIANA: sono il sodio Na. Sono presente nell’acqua e insieme al cloro produco il sale da cucina NaCl, cioè il cloruro di sodio.

Nessun commento:

Posta un commento

AGGIUNGI UN COMMENTO